This forum uses cookies
This forum makes use of cookies to store your login information if you are registered, and your last visit if you are not. Cookies are small text documents stored on your computer; the cookies set by this forum can only be used on this website and pose no security risk. Cookies on this forum also track the specific topics you have read and when you last read them. Please confirm whether you accept or reject these cookies being set.

A cookie will be stored in your browser regardless of choice to prevent you being asked this question again. You will be able to change your cookie settings at any time using the link in the footer.
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Recensione TOYOTA GT86 by Gyu71 - (GT Academy 2012)
#1
La sveglia suona alle 5,30.
Odio alzarmi presto, ma stavolta scatto subito in piedi come una molla e corro immediatamente a prepararmi.
Alle 6,15 sono già in A1, direzione “Vallelunga”.
Neppure ho preso un caffè, tanto sono emozionato.
Come sempre del resto..., quando ho un “impegno” chiamato dalla PASSIONE.
A stento riesco a tenermi sotto i limiti di velocità previsti dal c.d.s., ma fortunatamente all'età di 40 anni riesco (a volte) un po' a contenermi e limitarmi, quindi proseguo il viaggio con stato d'animo imposto (leggi tranquillo) verso Campagnano Romano, distante circa due ore di automobile.


Alle 8,00 arrivo nell'area riservata alla Toyota Motor Italia, davanti in bella mostra una fiammante GT 86 1^Edition rossa a strisce nere ed una marea di new Yaris, tutte rosso metallizzato, colore scelto in occasione del lancio pubblicitario.
  • Le solite scenografie da casa madre” – penso io, ma stavolta qualcosa mi dice che la giornata sarà diversa, così entro fiducioso ed eseguo la registrazione.


Non voglio scrivere cento pagine inutili, quindi arriverò subito al sodo: durante il viaggio Arezzo-Vallelunga pensavo ai duri tempi di crisi che caratterizzano questa “era” disgraziata. Inutile negarlo, oggi è dura sfangare il mese, a qualunque “fascia di reddito” si appartenga qualche stretta c'è stata o sta avvenendo, pertanto mi complimento con Toyota che ha appena sfornato dal cappello un'automobile “anomala”, proprio per la maggior parte degli automobilisti travagliati da questo difficile periodo.
Il fatto di aver organizzato un evento come questo (GT Academy) invitando pure “pericolosi inviati della concorrenza” mi ha particolarmente colpito, per questo voglio subito complimentarmi con Fabio Di Giuseppe, responsabile marketing prodotto di Toyota Motor Italia, per una scommessa PREMIATA in partenza!!!


Si, oggi 28 Settembre 2012 in quel di Campagnano si svolgerà la prima di una lunga serie (speriamo!) di incontri votati alla PASSIONE della guida, quella “vera”, per palati fini. Guido Conter, Marco D'Amico, Piero Plini e tutti i bravissimi ed abili piloti istruttori chiamati all'Autodromo Internazionale di Vallelunga hanno messo in piedi - ovviamente supportati dalla casa madre - una sorta di paradiso del “fanatico della guida”, in occasione delle prime vendite online riservate a questa automobile alimentata a benzina e mossa dalla trazione posteriore, che non servirà al rappresentante di ceramiche e pavimenti, alla madre di famiglia per caricare figli e spesa, e neppure al pensionato per recarsi all'edicola a comprarsi il quotidiano.
Lei, la GT 86, è una di quelle auto che si guidano con i piedi sui pedali, le mani strette al volante e che si scelgono con lo stomaco, non con la testa!
(cit. EVO, il Brivido della Guida)


Lei può piacere oppure no, ma per chi ama aprire il gas, vedere scorrere via l'asfalto tra una curva e l'altra giocando velocemente con piedi e mani per gestire il sovrasterzo all'uscita dei tornanti, allora la nuova coupé nipponica è perfetta!


Ehi! non pensate che oggi sia improvvisamente diventato “Toyotista”!...Giulio è sempre il solito toscano irriverente alla Benigni: quando c'è da parlar male si parla male, quando c'è da parlar bene si parla bene!


E' ancora così, e dopo decine e decine di prove/test su strada e pista, non c'è volta che NON trovi un difetto per ogni auto avuta tra le mie grinfie, ma oggi il divertimento provato tra i cordoli della pista guidando la nuova coupé nipponica ha acceso in me
il tasto giusto delle EMOZIONI, quindi non posso fare a meno di esternarlo!
Certo, bisogna considerare che non stiamo parlando di una supercar: in passato ho recensito pure automobili assolutamente prestazionali come Ferrari F430 Scuderia, Porsche 991 Carrera S o Caterham Superlight R300, quindi so bene di cosa si tratta,
ma il divertimento della guida non è argomento esclusivo, riservato a ricconi impomatati che sfoggiano il proprio status appoggiati al loro costoso giocattolo mentre sorseggiano l'aperitivo davanti al locale “cool” del centro, ed io QUESTO l'ho sempre ribadito! La mia amata MX-5 1.600 del 1991 sa vestirmi la faccia di sorrisi soddisfatti quando percorro la Futa/Raticosa o le fantastiche strade della Val d'Orcia!
Sorrisi che in passato ho ritrovato con automobili come Lotus Elise e Opel Speedster, piuttosto che su auto pesanti come barconi oscillanti, tenuti in carreggiata da infiniti chip presenti dentro le centraline elettroniche di qualsiasi automobile tradizionale moderna!


Sto parlando di un'automobile SI' moderna, ma PURA e godereccia come poche oggi sono: 200cv spostano i 1240kg aiutati da un fantastico autobloccante Torsen ed un cambio 6 marce diretto e preciso, pure lo sterzo è piacevole e ben calibrato.
Sì, i controlli ci sono perché devono esserci, ma il sottoscritto li ha sempre esclusi (tranne durante le prime prove quando gli istruttori seguivano precise disposizioni dall'alto... eheheheh) ed il piacere di guidarla è stato veramente considerevole!
Per gli utenti meno intraprendenti, la possibilità di gestire l'elettronica con i due tasti presenti sul tunnel centrale è comunque possibile e ben studiata, ma toccando questi argomenti non mi considero il soggetto ideale per commentarli!
Mettendola alla frusta, il comportamento si rivela abbastanza neutro e la GT86 lascia scegliere il pilota se farla scorrere pulita o farsi tentare da spettacolari traversi.
Il motore ha un discreto tiro sotto, ma ovviamente il meglio lo si tira fuori nella parte alta del contagiri, limitatore tarato a 7.400, si può tirare tranquillamente fino a poco prima dell'entrata. Il cambio è secco, deciso, con una rapportatura giusta e ben manovrabile, lo stesso dicasi dello sterzo, preciso e ben calibrato.
In staccata l'auto si punta con l'anteriore, i freni rispondono bene grazie ai quattro dischi di adeguate dimensioni (anteriori 294mm, posteriori 290mm) e l'inserimento è preciso e ben gestibile, ma nella prima fase della curva bisogna stare puliti per non dar spazio ad un lievissimo sottosterzo iniziale. E' solo un attimo il pericolo di imbatterci, poiché subito dopo puoi scegliere se uscire veloce e pulito, o se preferisci dipingere qualche strisciata nera sull'asfalto gestendo facilmente spettacolari sovrasterzi degni del miglior capitolo di Fast and Furious...


Certo, il motore non è un pozzo di cavalli come altre due litri sportive potrebbero vantare, le VW Scirocco 2.0R (265cv), Seat Leon 2.0 Cupra R (265cv), Renault Megane 2.0 RS (265cv), Ford Focus ST (250cv) ed Opel Astra OPC (280cv) detengono numeri degni da supercar anni '90, ma in fondo lo sappiamo tutti che servono solo per pavoneggiarsi al bar con gli amici ed a lottare con il sottosterzo, in una guerra impari che alla fine vince sempre...! (lui, il sottosterzo...)
Loro infatti, hanno la trazione dalla “parte sbagliata”, e questo basta a far storcere il naso al purista della guida, anche se i tempi della Megane RS al Nordschleife potrebbero sembrare davvero impossibili, tanto sono bassi per una TA.
Ma è soltanto un caso raro e comunque il divertimento della vecchia e godibile trazione posteriore non è paragonabile al beneficio del solo punto di vista cronometrico.


Punti deboli? Si..., diciamola tutta!
Avrei preferito un sound più deciso, evidente, sportivo.
Da quei due siluri che spuntano posteriormente nell'aggressivo ed originale paraurti, ci si aspetterebbe qualche nota più cupa e “Kattiva”..., magari poteva esser comandato da quel magico tastino “sport sound” che tanto va di moda oggi e che troviamo su auto di tipologie diverse, dalla Abarth 695 alla Panamera da commendatore. Vogliamo cercare un'altra critica? Personalmente avrei gradito un allestimento “light” più mirato alle prestazioni, sacrificando un bel po' la dotazione (per me inutile) di accessori che tanti “finti-appassionati” oggi esigono:
cruise control, fari bixeno con lavafari, sensore crepuscolare, sedili riscaldabili, navigatore e mega impianto stereo hi-fi sono tutti orpelli che fanno peso e servono a poco, non voglio dire che mi piacerebbe vedere la cordicella per chiudere gli sportelli come nella Porsche 964 RS o nella Ferrari F40, ma da uno che ama la filosofia di Colin Chapman, 30-40kg ulteriormente risparmiati non avrebbero certo sdegnato.


Ma qui viene fuori la vena “estrema” di chi scrive, quindi sarà bene rientrare nella “normalità” dell'automobilista sportivo e continuare a raccontare le impressioni della bella giornata trascorsa a Campagnano Romano.
Mi fa piacere parlare di quanto son stato bene tra giovani appassionati e capaci piloti professionisti, mi piace citare il rallysta Alessandro Barchiesi che mi è stato accanto nella prima prova di drifting ed il veloce Jarno Trulli, pilota caratterizzato da uno stile di guida dettato dalla scuola della F1: inserimento curva perfetto e percorrenza esatta, precisa, millimetrica..., netta e decisa come una lama di coltello!


Oggi, evocando le piccole Sports 800, le mitiche 2000GT e le introvabili Trueno (Corolla Levin AE86), mi piace sapere che Toyota abbia abbandonato per un attimo le strade dell'ibrido e del fuoristrada concentrandosi, con capace professionalità nipponica, su questo giocattolo per bimbi mai cresciuti come me, che godono nel veder salire la lancetta ben oltre la soglia dei 7.000 giri e che si emozionano ogni volta che respirano gomma bruciata, con l'adrenalina di chi tende i nervi ad ogni staccata tra i cordoli di un trackday o nell'ascoltare il suono del motore tra i muretti di pietra e cemento ai lati dei nostrani passi di montagna...
La GT 86 2.0 porta dentro di sé l'origine e lo spirito delle sue antenate, studiate e progettate in tempi in cui il combustibile per caldaie e riscaldamenti non era così diffuso come adesso, e che allora fecero sognare milioni di appassionati in tutto il mondo. Meno male che ci sono loro!!!
I “sognatori che non vogliono smettere di sognare” abitano in una strana e oscillante (nel vero senso della parola) nazione dalla bandiera bianca con cerchio rosso centrale, colori che potrebbero interpretarsi come “popolazione seria ed equilibrata” (campo bianco) ma animata da PASSIONE e CARATTERE (tondo centrale rosso).
Il Giappone è rimasta l'unica patria che si preoccupa di gente come me, come NOI, che non si accontenta solo di vedere video su Youtube di arrembanti supercar da 500cv sgommare sull'asfalto, ma che AMA GUIDARE in prima persona vetture abbordabili e divertenti anche se di mestiere non facciamo gli amministratori delegati di una multinazionale, oppure i calciatori professionisti di serie “A”.
Mazda MX-5, Hyundai Genesis 2.0 e la nuovissima Toyota GT86 2.0, sono le UNICHE automobili sportive a trazione posteriore presenti ufficialmente in Italia ad Ottobre 2012, acquistabili NUOVE con 30.000 euro!


Eccoci qua: la “pericolosa concorrenza” ha espresso il proprio parere!
Rappresentando la comunità di MX-5 ITALIA, posso tranquillamente sbilanciarmi in positivo, sia per come è stata concepita la protagonista di questa recensione, sia per come è stata presentata e pubblicizzata:
questo meraviglioso evento patrocinato da Toyota Motor Italia e che si chiamaGT Academy” promuove e coinvolge tutti i possessori ed estimatori della vettura con ritrovi, raduni, corsi di guida, trackday, trasferte al Nurburgring e quanto di meglio un appassionato possa trovare nel fantastico mondo della PASSIONE!
E non poteva essere diversamente, visto che uno degli ideatori è tale Guido Conter, storico direttore di “EVO - il brivido della guida” che nel lontano 2000 lanciò la celebre rivista pubblicando in copertina una irripetibile Lotus Elise 111S “type49” che catturò l'attenzione di chi vi scrive tra gli scaffali dell'edicola e che, una volta letta, si è comprato con immensi sacrifici e liti familiari... la sua prima vera auto passionale: una Elise S1 120cv gialla.
Piccola, leggera, poco potente ma agile e divertente.
Quel giorno abbandonai kg e kg di lamiera pesante e cavallata per dirigermi alla vera essenza della PASSIONE, ed oggi..., a distanza di 12 anni con misurata esperienza e cognizione, dico a chi sta organizzando tutto questo: “Grazie di esistere e di condividere la NOSTRA malattia!!!”


La GT86 sarà l'automobile “chiusa” che ogni Miatista vorrà affiancare alla propria spider giapponese dallo spirito british nudo e crudo, ed io spero che il difficile momento economico, attraversato oggi, inizi a tramontare proprio in occasione del lancio di questo oggetto ludico dall'animo passionale e coinvolgente...
proprio quello che ci vuole per ritrovare fiducia ed ottimismo!


Detto questo, posso tranquillamente chiudere qui ringraziando lo staff di MX-5 Italia, gli appassionati “colleghi” di altri siti/forum incontrati a Vallelunga, Jarno Trulli per la piccola ma significativa lezione di guida pulita, gli Istruttori del GT Academy e tutto il gentilissimo personale di Toyota Motor Italia; un doveroso ringraziamento va all'amico Kecco per l'assistenza prestata e soprattutto allo staff di Autoblog che tanto ha contribuito alla giornata dedicata a questa divertente sportiva, portavoce ai giovani di oggi della VERA PASSIONE DELLA GUIDA!!!








Un lampeggio
Giulio, alias “Gyu71”

[Immagine: toyotaft86academyvallel.jpg]

Uploaded with ImageShack.us
  Cita messaggio
#2
:notworthy:
- ex NB 1.8 Anniversary #3379 -

~ NA 1.8 Slimer ~
blog / thread

flickr - 5∞px
  Cita messaggio
#3
Sticazzi
  Cita messaggio
#4
:clap2:
  Cita messaggio
#5
Senza parole... Gyu un piedone, un vecchio saggio e un bravo scrittore. : Yahooo :
  Cita messaggio
#6
Nonché divulgatore di passione!
Grazie Giulietto, altre parole sarebbero sprecate.
Nicola
Gilda
http://www.mx5italia.com/showthread.php?...so-gli-ITB

"Altro che 22 scemi che rincorrono un pallone...lo sai i che ci metterei io in quel campo??? 22 ruspe pe fa una bella pista da crossee!!!
[Cit.telefonica con Karlitos parlando del calciatore della Fiorentina col SLS AMG :chessygrin:]
  Cita messaggio
#7
Giulio...già mia piaceva e la vedevo bene come prossima macchina...e ora che me l'hai descritta con tanta enfasi, mi sono convinto del tutto :haha:

:notworthy:
  Cita messaggio
#8
complimentissimi, :clap2::clap2::clap2:
  Cita messaggio
#9
Ottima, non c'è che dire.
Speriamo che questa filosofia del divertimento senza orpelli e non bisognosa di cavallerie corazzate non muoia, ma che cresca costantemente.
Se non sarà così ci tocca inventarci la macchina del tempo e tornare indietro di 30 anni buoni xDDD.
  Cita messaggio
#10
Bravo!
E...bel mezzo


Sent from my iPhone using Tapatalk

cit: "beh certo che fare un turbo per girare a meno di un bar è come andare a letto con Selen e non trombarsela..."
  Cita messaggio


Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
Thumbs Up Toyota yaris.....GR FICHI 65 7,337 12-01-2021, 21:00
Ultimo messaggio: GioCas
  Toyota mr2 Fortis@86 11 3,086 07-02-2017, 19:25
Ultimo messaggio: Fortis@86
  GT86 Initial D suntorotozoimi 9 3,108 13-07-2016, 22:01
Ultimo messaggio: Mexo Cinqo
  Toyota AE86 Trueno: avvistamento. MagyarMZ00 36 9,399 08-12-2015, 22:52
Ultimo messaggio: hero_94
  Toyota S-FR concept - sfida mazda MX-5 Kim 41 8,843 11-10-2015, 16:10
Ultimo messaggio: amx
  Toyota Auris Touring Sport P&R 47 11,634 17-04-2015, 10:37
Ultimo messaggio: backtothefuture
  toyota gt 86. hyper92 13 3,385 22-12-2014, 13:37
Ultimo messaggio: Fletch
  Recensione 500L ..... P&R 29 6,603 06-06-2014, 15:41
Ultimo messaggio: essebibi
  Toyota Artic Truck P&R 15 3,458 12-12-2013, 18:07
Ultimo messaggio: namrocko
  Le sorelline gialle.... by Gyu71 e Seriano Gyu71 92 17,667 01-11-2013, 02:25
Ultimo messaggio: Gyu71



Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)